Scegliere prodotti e servizi: gli elementi da considerare per non sbagliare.

Pubblicato il Pubblicato in Efficienza, Organizzazione

scegliere fornitore prodotto servizio

Scegliere cosa acquistare…che fatica a volte!

Il mercato ci offre una quantità quasi illimitata di prodotti e servizi.

Quasi tutti sono di buona qualità e, spesso, hanno anche caratteristiche molto simili.

Anche nel caso di un servizio, il livello qualitativo del fornitore è spesso paragonabile a quello della concorrenza.

Non è inoltre raro che il medesimo prodotto o servizio venga offerto da più aziende.

Quindi…come possiamo orientare la nostra scelta verso l’opzione che più si adatta alle nostre esigenze?

Cosa cerchi esattamente?

Innanzi tutto è fondamentale avere le idee chiare su quello che cerchiamo.

Come primo passo il consiglio è quindi di porci le seguenti domande:

  • Quali caratteristiche mi aspetto?
  • Che utilizzo ne farò effettivamente?
  • Quando mi serve?
  • Quanto voglio spendere?
  • Quale delle opzioni disponibili si adatta maggiormente alle mie esigenze?

 

Rispondendo a queste domande potremo avere subito a disposizione alcuni elementi fondamentali, indispensabili per indirizzare al meglio i prossimi passi della ricerca.

Stabilito ciò che davvero fa al caso nostro, possiamo passare a considerare e valutare altri aspetti importanti.
Ogni singolo punto che verificheremo ci aiuterà ad avvicinarci a ciò che effettivamente cerchiamo.

Ma quali sono gli altri aspetti importanti da considerare?
E quali i criteri da applicare per valutare ogni elemento con sicurezza?

L’occhio vuole la sua parte!

Il primo elemento su cui poniamo la nostra attenzione è immancabilmente l’estetica.
Letteralmente, è la prima cosa che ci salta agli occhi.

Questo punto comprende il design di un prodotto, ma anche l’immagine che ci viene offerta dall’azienda o dal fornitore del servizio.
L’estetica del packaging.
Le fotografie pubblicate su un catalogo.
La pubblicità di un’azienda o di un prodotto, oppure l’offerta di un servizio.

Tutto è specificamente studiato per attrarci, trasmettendoci – a volte anche inconsciamente – un’immagine positiva.

Questo perché le aziende sono ben consapevoli che, a parità di qualità, saremo sempre portati a scegliere il prodotto che riteniamo soggettivamente più bello.

Pensiamo ad esempio alle pubblicità che vediamo…
Persone dall’aria estremamente soddisfatta per avere scelto questo o quell’operatore telefonico.
Bellissimi modelli inebriati da un nuovo profumo.
Persone che ritrovano la gioia solo per aver mangiato un particolare formaggio.

Ogni immagine che ci viene proposta sembra indicarci la via più breve verso la felicità!

Attenzione però…
Proprio perché sappiamo che l’intento è quello, è importante non fermarsi alla prima occhiata!
Un sito bellissimo o immagini accattivanti non sempre sono una garanzia di qualità e, anzi, potrebbero riservarci delle brutte sorprese

L’azienda.

Un capitolo importante nelle nostre considerazioni lo merita l’azienda che offre il prodotto o servizio che stiamo valutando.

Soprattutto se dobbiamo scegliere uno stesso prodotto offerto da soggetti diversi, la specifica valutazione dell’azienda è fondamentale.

In tale valutazione possono concorrere vari fattori.

La reputazione dell’azienda è però certamente un punto fondamentale, che si declina in vari aspetti:

⓵ l’immagine ufficiale

Con una visita al suo sito web potremo avere una prima idea dell’immagine che l’azienda vuole dare di sé: la sua storia, la mission aziendale, certificazioni tecniche o di qualità ottenute, eventuali premi ricevuti.

Ma potremo anche trovare indicazioni relative alla scelta dei propri collaboratori ed alla filosofia aziendale in merito ad innovazione, ricerca, politiche sociali ed ambientali.

Mi riferisco ad esempio alla scelta di non lavorare con fornitori che utilizzino manodopera minorile, il rifiuto di utilizzare materiali che potrebbero essere tossici oppure la preferenza per imballaggi a basso impatto ambientale.

⓶ il passaparola

Le informazioni di prima mano sono, ove possibile, la scelta migliore.

Se conosciamo qualcuno che ha già collaborato con l’azienda che stiamo valutando, oppure ne ha già acquistato i prodotti, chiediamo direttamente un parere.
Avremo modo di recuperare così dettagli attendibili non solo sulla qualità dei prodotti, ma anche sui servizi offerti.

E saremo contemporaneamente in grado di verificare se le informazioni riportate nel sito della società corrispondono al vero 😉.

⓷ i commenti e le recensioni degli utenti

Un’altra buona pratica è la verifica di blog di settore, pagine social dell’azienda o i commenti presenti nell’apposita sezione dei siti di vendita on-line.
Anche in questo caso si tratta di informazioni di prima mano, quindi particolarmente utili per scegliere consapevolmente.

Adesso però fermiamoci un momento…

A questo punto occorre fare una riflessione: acquistiamo un prodotto o un servizio perché ci ispira fiducia.

Come dicevamo prima, il passaparola diretto è sicuramente la fonte di informazione più attendibile.
Chiedendo un commento a chi conosciamo, possiamo essere certi della veridicità della valutazione ricevuta.
Se non abbiamo questa possibilità dovremo invece basare la nostra scelta (soprattutto se si tratta di un acquisto on-line) sui commenti e sulle recensioni che la rete ci mette a disposizione.

Vero o falso?

Questa necessità è ovviamente nota anche a produttori e fornitori, che possono intervenire fornendo recensioni non del tutto veritiere.

Potrebbe quindi capitare di imbattersi in recensioni negative scritte dalla concorrenza oppure in commenti positivi che purtroppo non derivano da una conoscenza reale del prodotto o del servizio.

In rete si trovano addirittura offerte di vendita di recensioni positive: basta pagare per avere valutazioni a 5 stelle!

Prudenza quindi…

E allora attenzione a questi segnali!

Riconoscere le recensioni ed i commenti falsi non è difficile, se prestiamo attenzione a questi elementi:

  • Recensioni molto brevi o estremamente generiche unite alla valutazione massima o minima: diffidiamo di commenti che non forniscono alcun dettaglio specifico del prodotto o del servizio;
  • Mancanza di una motivazione a supporto della recensione: un utente che definisce un prodotto “pessimo” o “perfetto” senza dare alcun dettaglio del problema riscontrato o della ragione di tale entusiasmo…potrebbe non averlo mai acquistato;
  • Valutiamo attentamente il linguaggio della recensione: abbondanza di termini “emotivi”, abuso di punti esclamativi o testo in maiuscolo dovrebbero generalmente metterci in allerta;
  • Utenti che hanno lasciato molte recensioni in un lasso di tempo molto limitato: difficilmente chi sta scrivendo queste valutazioni le può basare su una reale conoscenza (senza avere il dono dell’ubiquità)!

Il consiglio è di focalizzarsi sui punteggi medi, diffidando di commenti che ci sembrano eccessivamente positivi o negativi.

Utile anche leggere e confrontare il maggior numero possibile di recensioni, per una valutazione ampia e critica.

Chi più spende, meno spende?

Un altro aspetto importante riguarda il costo…ed è utile sottolineare che acquistare ad un prezzo ridotto non sempre è garanzia di risparmio.

A tutti sarà capitato di trovare il medesimo articolo offerto da due fornitori, oppure un servizio (tariffe telefoniche, assicurazioni…) con le stesse caratteristiche ma a prezzi estremamente diversi.

Prima di fare una scelta è quindi fondamentale verificare cosa include esattamente il prezzo indicato.

Attenzione in particolare modo alle “spese accessorie”, ad esempio spese di spedizione o per l’attivazione del servizio.

Utile anche verificare le condizioni di garanzia offerte, la politica applicata dall’azienda per resi e reclami ed i tempi e le modalità di consegna.

Più nello specifico:

ⓐ Costi accessori, condizioni di vendita, condizioni di reso:

1. la spedizione è inclusa nel prezzo di vendita?

2. quali sono le possibili modalità di pagamento?

3. ci sono costi extra per l’installazione del prodotto o l’attivazione del servizio?

4. entro quando è possibile recedere dall’acquisto?

5. ci sono costi per eventuali resi?

ⓑ Garanzia:

1. cosa include la copertura di garanzia?

2. quanto dura?

3. è possibile estenderla (ed eventualmente a quale costo)?

ⓒ Tempi e modalità di consegna:

1. quali sono le tempistiche di attivazione del servizio offerto?

2. per il prodotto, esistono diverse opzioni di consegna tra cui scegliere (standard, espresso)?

3. quali sono i costi delle singole opzioni?

Il prodotto a 360 gradi.

Non è solo il prezzo a definire la qualità di un prodotto.

E non è solo la qualità a rendere un prodotto o un servizio davvero validi.

Tranne nei rari casi di prodotti davvero unici (ad esempio per articoli brevettati), il mercato abbonda di prodotti e servizi tra loro molto simili.

Quello che differenzia veramente un servizio o un prodotto da un altro è – sempre più spesso – l’esperienza di acquisto nella sua interezza, che comprende:

► La praticità

Il prodotto o il servizio che acquistiamo non devono solo essere di buona qualità.
Devono anche, e soprattutto, soddisfare le nostre esigenze dal punto di vista pratico.

Un prodotto bellissimo ma troppo complicato o scomodo da usare potrebbe infatti costringerci ad un ulteriore acquisto “riparatore”.

Istruzioni poco chiare o in una lingua che non conosciamo ci costringeranno ad una inutile ed irritante perdita di tempo per interpretarle, oltre ad esporci al rischio di errori nell’utilizzo.

Una situazione del genere non ci renderebbe certo acquirenti soddisfatti, quindi l’invito è di considerare anche questo elemento prima di scegliere.

► Il servizio clienti

Potremmo avere bisogno di informazioni prima ancora dell’acquisto, magari semplicemente per decidere tra un modello ed un altro della stessa gamma di prodotto.

Magari abbiamo già effettuato il nostro acquisto ma abbiamo un dubbio da chiarire in merito all’installazione del prodotto oppure all’attivazione del servizio.

Abbiamo la necessità di assistenza post-vendita perché l’articolo ricevuto è danneggiato, difettoso o errato.

O semplicemente ci serve assistenza per risolvere un guasto.

Insomma, speriamo di no, ma prima o poi potremmo avere bisogno del servizio clienti
Molto meglio pensarci prima e scegliere un’azienda o un fornitore che ci garantiscano un buon servizio clienti!

Ma quali sono gli elementi importanti per la valutazione di un buon servizio clienti?

Questi quelli che personalmente ritengo i più importanti:

• semplicità e velocità di contatto

Diffidiamo da un’azienda che mette a disposizione solo numeri telefonici a pagamento oppure orari di contatto molto limitati.
Per non parlare di chi addirittura ci rimanda semplicemente alla rete vendite senza possibilità di un contatto diretto!

Probabilmente questa azienda non è particolarmente lieta di gestire le richieste di assistenza dei propri clienti, per cui cerca di scoraggiarli!

• professionalità e competenza degli operatori

Un servizio clienti efficace ed efficiente dovrebbe dare informazioni utili ad una prima verifica diretta da parte dell’utente.

E se il problema non è risolvibile con il primo contatto, dovrebbe mettere a disposizione ulteriori opzioni di assistenza che permettano di risolvere la difficoltà.

Questi sono solo due punti che ritengo rilevanti per definire “buono” un servizio clienti.
Se vuoi approfondire potrebbe interessarti leggere anche questo articolo completamente dedicato all’assistenza clienti.

Trova le differenze!

Completate tutte le valutazioni e le ricerche del caso, il modo migliore per scegliere in maniera oculata è quello di comparare tra loro più prodotti o servizi dello stesso tipo sulla base dei vari elementi precedentemente presi in considerazione.

Ovviamente la scelta finale (o parte di questa scelta) verrà fatta con il cuore, o con la pancia.

Avere però sottomano un confronto basato su dati oggettivi ci permette comunque una scelta più ragionata.

Nota di colore: entrambe le mie auto sono state acquistate dopo avere compilato e valutato una bella tabella comparativa 😉 …e non mi sono mai pentita dei miei acquisti!

Spero che le informazioni dell’articolo potranno aiutarti a scegliere il fornitore, il prodotto o il servizio che più si avvicina alle caratteristiche che hai identificato all’inizio…quindi, ciò che veramente fa per te!

Se hai dubbi o ulteriori spunti di riflessione da condividere lascia un commento.

Oppure contattami e ne parleremo insieme!

A presto.

0 0 vote
Article Rating
AIUTAMI A DIFFONDERE QUESTO ARTICOLO:
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments